Bici elettriche: autonomia e durata delle batterie

Le bici elettriche sono mezzi del tutto green, ovvero ecologici. Per poter garantire un utilizzo prolungato nel tempo è necessario prendersene cura nella maniera migliore. La batteria è, indubbiamente, il cuore di ogni bicicletta elettrica che funziona proprio grazie alle batterie ricaricabili. Ma quali sono le caratteristiche di questo elemento essenziale? Quali sono i livelli di autonomia e quanto più durare ogni singola batteria? Vediamolo.

Batterie bici elettriche, durata, autonomia e capacità

La durata delle batterie elettriche dipende moltissimo da diversi fattori quali possono essere la capacità delle stesse, al peso di chi utilizza la bici, la modalità di assistenza che viene utilizzata durante l’impiego del mezzo. Un elemento non trascurabile per la definizione della durata delle batterie delle bici elettriche riguarda il numero di doste che si effettuano insieme a quello delle ripartenze. Aerodinamicità e stili di pedalata adottati sono altri elementi che non devono passare inosservati.

L’autonomia delle batterie varia da modello a modello ma, in genere, possiamo dare una media compresa, in chilometri, tra i 40 e i 70 utilizzando una velocità di un centinaio di chilometri orari in modalità eco. Di norma, poi, le batterie utilizzate per le bici elettriche hanno un voltaggio pari a 36 volt. Rispetto a quelle inferiori (da 24V) è ovvio che un maggiore voltaggio garantisce un’autonomia superiore e la possibilità di impiegare motori con potenze leggermente superiori.

La capacità delle batterie per bici elettriche, importante sottolinearlo, si indica in Wh ovvero il Watt Ora. Più alto sarà questo valore, più alte saranno le durate che riusciranno a garantire. Prima dell’acquisto, dunque, è indispensabile tenere conto anche, e soprattutto, di questo valore.

La ricarica, operazione da fare con attenzione

Per garantire la massima durata, in termini di tempo, alle batterie delle bici elettriche è indispensabile ricaricarle, di volta in volta, con attenzione e nella giusta maniera. Questa è, molto spesso, un’operazione sottovalutata che, per questo, viene eseguita in maniera errata compromettendo il ciclo di vita delle batterie. Quali sono gli atteggiamenti da tenere? Eccoli.

  • Evitiamo di ricaricare la batteria della nostra bici elettrica quando è ancora calda. Il danno che si rischia di fare, in questo caso, è davvero enorme fino al danneggiamento irrimediabile.
  • Nel momento in cui la batteria arriva alla carica completa, è buona norma lasciarla in carica ancora per un paio di minuti. In molti casi, infatti, nonostante venga definita carica al 100% potrebbe trattarsi solo del 95%. Meglio, comunque, non sovraccaricare mai le batterie delle bici elettriche.
  • Evitiamo di far scaricare del tutto la batteria specie se si tratta di una tipologia al litio (le più comuni).
  • Anche se non utilizziamo la bici elettrica, carichiamone la batteria almeno una volta al mese. I lunghi periodi di inattività e mancate ricariche, infatti, ne danneggia le potenzialità.
La durata delle batterie delle bici elettriche

Quanto durano le batterie per bici elettriche? Questa è una domanda che in molti si fanno. Non è possibile stabilire un dato certo dal momento che ogni batteria durerà in base all’utilizzo che se ne fa. Sul mercato sono disponibili batterie capaci di sopportare fino a 1.800 cicli di ricarica. Normalmente, comunque, una batteria piò reggere fino a 60 cariche annue per cui la durata totale, più o meno, si aggira attorno ai cinque anni. Con il passare del tempo non sarà difficile accorgersi di un calo prestazionale: dovremo caricare più frequentemente le batterie e l’autonomia calerà inevitabilmente. Sarà il momento di effettuare la sostituzione.